Immaginate di essere in Germania e che dal vostro smartphone decidiate di prenotare l’auto a noleggio che vi attenderà all’aereoporto di Malpensa. Ad oggi potrebbe accadere che con vostra sorpresa in questa occasione visto proprio che state facendo l’acquisto da un paese diverso il prezzo sia “adeguato” o per meglio dire maggiorato rispetto al solito.

Fino ad ora infatti moltissime aziende si sono affidate al Geoblocking per filtrare e adeguare gli ordini e le operazioni che avvenivano dall’estero, spesso anche dando vita a pratiche di selling che dall’avvento della nuova normativa europea in poi saranno considerate scorrette.

Quindi il nuovo Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio 2018/302 del 28 febbraio 2018 punta a porre rimedio a queste pratiche impedendo i blocchi geografici ingiustificati e altre forme di discriminazione basate sulla nazionalità e sul luogo di residenza.

Rivoluzionario? Sicuramente per chi gestisce un ecommerce questa sarà una nuova legge a cui adeguarsi, come il GDPR.

 

Fonte: https://it.shopify.com/blog/l-europa-elimina-il-geoblocking